Sapore Pontino 2.0. La recensione di Passionita.

Sapore Pontino 

sapore pontino stabilimenti ex claudia
sapore pontino stabilimenti ex claudia

Torniamo a parlare di Sapore Pontino 2.0 l’evento enogastronomico che si è tenuto lo scorso 8 di Ottobre ad Aprilia. Non per ruffianeria, non ne avremmo l’interesse, ma l’appuntamento è stato organizzato in maniera semplice e perfetta, in un luogo moderno si, ma che in futuro potrà sicuramente avere una valenza e un significato per questo tipo di manifestazioni. 23 Chef tra i quali alcuni esponenti romani dell’associazione Cuore e 12 cantine con le loro migliori etichette.

Bisogna fare i complimenti a Gian Paolo Lunghi e Marco Davi ideatori dell’evento, all’amministrazione che ha messo a disposizione la struttura e chi ne ha partecipato in qualità di produttori ed esperti del settore  portando i loro prodotti e la propria esperienza al servizio dei tantissimi visitatori. Infatti è stato un successo. 

Il viale parzialmente coperto dell’area Ex Claudia CulturAprilia, era occupato ai lati dagli stand sistemati in maniera razionale, alternando gastronomia e prodotti vinicoli; all’inizio del percorso sulla sinistra c’era il banco dove si poteva acquistare il sacchetto con il bicchiere per la relativa degustazione dei vini (non era propedeutico agli assaggi gastronomici).

Accanto lo stand con un piccolo forno a legna era posizionato Marco Degli Schiavi: pizza con lievito madre condita con ingredienti tipici della tradizione (abbiamo avuto modo di assaggiare la Margherita con la Amatriciana, una squisitezza!!).

Sapore Pontino. Stand enologici

sapore pontino ginelli cantina biologica roberto lo pinto selezione
sapore pontino Cirelli cantina biologica roberto lo pinto selezione

All’interno del viale coperto, sempre sulla sinistra, Roberto Lo Pinto ha presentato una sua selezione di Vini bio e Cocktail preparati al momento. Abbiamo degustato tre etichette: Soave Castelcerino cantina Filippi (bianco),  Verdicchio di Matelica cantina Cavalieri (bianco), Montepulciano d’Abruzzo Cirelli cantina biologica (rosso).

 

Degustazioni di primissima qualità non potevano di certo mancare anche da uno degli organizzatori: Gian Paolo Lunghi ha infatti proposto una selezione di vini e bollicine firmata “Enozioni”. La casa Imperatori, invece, ha portato un Cabernet Souvignon.

Proseguendo il giro degli stand che propongono prodotti enologici, la Cantina Giangirolami di Latina ha presentato una selezione dei propri vini tutti di coltivazione biologica: abbiamo assaggiato i rossi Pancarpo e Prodige.

Sapore Pontino. Stand gastronomici

Sapore pontino Dario Agostinelli AD event
Sapore pontino Dario Agostinelli AD event

Il nostro racconto dell’enogastronomia inizia con Dario Agostinelli di AD Events Catering-Banqueting; la sua proposta è un panino gourmet: pane al caffè con polpa di astice e granchio, avocado, pomodoro iceberg, maionese orientale alla soia, lime, erba cipollina, alghe di terra croccante. Il tutto servito su foglia di bambù.

Walter Regolanti chef di Romolo al Porto di Anzio ha rivisitato un classico della cucina romana: un’Amatriciana di pesce (calamarata con polpo e pomodorino).

Ottimo il piatto proposto Da Elena di Aprilia della famiglia Favero: una rosetta di pane con dentro una zuppa di pasta e fagioli con funghi porcini.

 

 

 

 

sapore pontino Gelateria Tonka Valerio Esposito
sapore pontino Gelateria Tonka Valerio Esposito

La Gelateria Tonka nella persona di Valerio Esposito Mastro Gelataio, ha presentato tre nuovi gusti giocando con il cioccolato: il Criollo Venezuela con gelato di massa di cacao aromatico criollo monorigine del Venezuela macinato a pietra; il Castagna di Montella con castagna di Montella IGP; il Sapore Pontino, fior di latte di bufala del caseificio Pagliaroli di Pontinia, variegato con marmellata di visciole, crumble dolce di pastafrolla.

 

 

 

 

Marco Davi, un altro degli organizzatori, si è distinto anche per la sua generosità: ha chiamato affianco a sé diversi aiutanti simpaticissimi della comunità Raggio di Sole e ha devoluto l’intero ricavato della serata alla comunità stessa.

In conclusione, possiamo affermare che questi eventi sono un bene per tutta la comunità cittadina, spesso bistrattata dagli organi di informazione per i fatti di cronaca che accadono. Aprilia è molto di più: ci sono tante cose che devono migliorare, ma le nostre eccellenze in campo enogastronomico le abbiamo ed è giusto valorizzarle a pieno con queste manifestazioni.

Altre foto della serata

sapore pontino roberto lo pinto mana
sapore pontino roberto lo pinto mana
sapore pontino Dario Agostinelli AD event
sapore pontino Dario Agostinelli AD event
sapore pontino castelluccio roberto lo pinto selezione
sapore pontino Soave Castelcerino  roberto lo pinto selezione

 

Seguteci anche su Facebook e Instagram passionita.com

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i banner.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *